Progetto – Finalità – Obiettivi

Missione: creare una continuità di valori e una continuità calcistica attraverso una nuova realtà sportiva che possa rappresentare al meglio la città di Monterotondo. Al di là di ogni risultato sportivo, la missione è consegnare al territorio un punto di riferimento sportivo, sociale e aggregativo nel quale tutti possano rispecchiarsi ed identificarsi.

CARTA DEI VALORI

TRADIZIONE: dar seguito alla storia calcistica e sportiva di ognuno di noi con una nuova squadra dove tutti i calciatori di Monterotondo possano esprimere le proprie qualità andando oltre la categoria e al di là di ogni palcoscenico o interesse.

PASSIONE: alimentare la passione per il calcio e il senso di appartenenza alla città, il legame con le proprie origini. Chi giocherà per questa squadra dovrà farlo con passione, la stessa passione che ha spinto alla fondazione del CASTRUM MONTEROTONDO. A predominare è il collettivo non il singolo.

TERRITORIALITA’: il CASTRUM MONTEROTONDO persegue e perseguirà l’ambizioso progetto di divenire un punto di riferimento per la città. La maglia della squadra sarà strumento di comunicazione e veicolo per la promozione, la diffusione e la valorizzazione del nome e della storia di Monterotondo.

L’ORIGINE DEL NOME

Con la decadenza dell’impero romano e l’inizio delle scorrerie barbariche, il centro di Eretum fu abbandonato, distrutto probabilmente dai Longobardi e la popolazione si insediò più a monte. La prima citazione storica del luogo la troviamo nell’XI secolo in un documento in cui Papa Gregorio VII annovera la proprietà di Campu Rutundu tra i possedimenti del Monastero di San Paolo fuori le Mura. Con il nome di Castrum Montis Rotundi riappare poi in un documento del 1286, dove figura tra le proprietà della famiglia Orsini.

Gli Orsini ne entrarono in possesso sotto il pontificato di Papa Celestino III che concesse le proprietà, insieme ad altri feudi tra cui Vicovaro, ai pronipoti, figli di Orso Bobone che, abbandonato il cognome di Bobone, si fece chiamare dapprima Ursini, ed in seguito Orsini. Gli Orsini rafforzarono il loro potere con Papa Nicolò III (Giovanni Gaetano Orsini 1277-1280) i cui nipoti furono gli Orsini di Monterotondo.

IL TERMINE CASTRUM

È un concetto militare che indica una fortezza a protezione di qualcosa

COERENZA CON IL NOSTRO PROGETTO SPORTIVO e SOCIALE

Come nel caso della città di Eretum che venne distrutta e poi ricostruita, la nostra storia sportiva riparte con un nuovo progetto. La passione per il calcio, l’amicizia e il senso di appartenenza per le proprie origini ci ha spinti ha fondare una nuova Società, così come fecero i fieri abitanti di Eretum. Per Castrum si intende una fortezza militare, un luogo che si pone a difesa di attacchi esterni. Il fatto di ripartire da zero, di impegnarsi e di lottare per restare tutti insieme, legati da un unico filo conduttore, ci avvicina al concetto del Castrum Romano: un nuovo sodalizio calcistico che nasce a difesa di un ideale e che ha l’ambizioso progetto di divenire un punto di riferimento per la Città.

Per questo e su queste basi è stato costituito l’ASD Castrum Monterotondo!

Organigramma Societario

Presidente

Antonio Michienzi

Direttore Generale

Christian Calenti

Direttore Sportivo

Stefano Caleca

Team
Manager

Danilo De Castro

Club Manager

Andrea De Castro

Dirigente Accompagnatore

Cosimo Scarafile